Liebster Award

Liebster Award Da tempo nel web gira il Liebster Award, un premio che passa da blogger a blogger e cha ha lo scopo di far conoscere blog piccoli e poco popolari ma interessanti. In pratica, si scelgono i blog preferiti ai quali assegnare il riconoscimento, ponendo 10 domande al/la blogger di turno che, a sua volta, dovrà scegliere altri/e blogger da premiare e a cui porre 10 nuove domande. E così via, in una staffetta che viaggia tra realtà, temi ed atmosfere diverse, tutti col comun denominatore della condivisione e del supporto reciproco.

Continua a leggere

Share Button

Convegno COMILVA

convegno comilvaUn evento che sento il dovere di diffondere, il convegno COMILVA (Coordinamento Del Movimento Italiano per la Libertà di Vaccinazione www.comilva.org) organizzato in collaborazione con Il Melograno di Jesi, al quale, come l’anno scorso, parteciperanno tantissime famiglie del Centro Italia. Il COMILVA lotta per ottenere anche in Italia la libertà di vaccinazione, per contribuire all’informazione sulla ricerca scientifica, per ottenere il riconoscimento e il giusto risarcimento per i danni da vaccino in un Paese in cui delle 53 dosi di vaccino somministrate prima dei 18 anni ben 40 vengono somministrate prima dei 6 anni.

  Continua a leggere

Share Button

Leggiamo insieme: “Diversi Amici Diversi”

Diversi amici diversiNella scuola di Attilio è attivo ormai da anni il progetto del prestito librario, che si svolge a cadenza settimanale, ogni venerdì. Niente di speciale, direte voi, ma una cosa particolare che ci ha molto colpiti c’è. La biblioteca della scuola dell’infanzia “I.Cangemi” di Santa Maria Nuova è interamente costituita da libri che gli scolaretti di volta in volta donano e mettono a disposizione dello scambio. Ogni anno i nuovi iscritti (quindi i bambini di tre anni) portano un libro a testa, scelto fra quelli che hanno in casa e che magari ormai conoscono a memoria o tra quelli preferiti che desiderano condividere con gli altri. I libri vengono regalati alla scuola che, in questo modo, ogni anno si arricchisce di una ventina di nuovi elementi per il prestito librario. Trovo l’iniziativa molto educativa, ottima per trasmettere ai bambini l’importanza dello scambio, del non attaccamento e del riuso oltre che il valore arricchente della lettura. Grazie, quindi, a chi ha donato “Diversi Amici Diversi”, permettendoci di scoprire un libro davvero speciale!

Continua a leggere

Share Button

Lettera ad Attilio. Quando scappa la pazienza.

Caro piccolo Attilio mio,
bambino gioioso e canterino; gnomo cocciuto con le tasche piene di domande, di plettri e di palline; dal sorriso grande e dalle mani curiose, dalla tenerezza infinita e dal carattere ostinato, Io oggi scrivo a te. Per chiederti scusa.
The Lesson, K.Hitt

Continua a leggere

Share Button

Delizia Irene

Il nome di questo dolce è riferito alla cara amica per cui l’ho preparato in occasione del suo compleanno. E’ una torta ghiottissima, adatta alle grandi occasioni, che esula dal mio stile rustico NaturaLentamente…evviva le eccezioni!! 😉 Fortuna che si compie gli anni una volta l’anno, perché non è che sia proprio leggerissima, lo ammeto. Ma un peccato di gola che si rispetti deve pur peccare anche in leggerezza, no?!

delizia Irene 1Ingredienti:
350 g di farina tipo 2
75 g di farina di riso
50 g di farina di carruba
1 bustina di lievito vanigliato bio (cremor tartaro+amido di mais)
250 g di zucchero di canna integrale, tipo Dulcita
½ bicchiere di olio di girasole
latte di riso qb
750 ml di panna veg da montare (da tenere in frigo per 24 ore prima di montarla)
1 vaso di ciliegie sciroppate



Procedimento:
preparare la base mescolando tutti gli ingredienti secchi e impastandoli con l’olio e il latte di riso, fino ad ottenere un composto liscio ed omogeneo, abbastanza denso, che verserete in una tortiera oliata e infornerete a 180° per 45 minuti (fare la prova stecchino). Lasciar freddare la base su una gratella per tre ore almeno. Intanto montare la panna (tenuta in frigo un giorno intero) e rimetterla in frigo. Quando il “pan di spagna” sarà completamente freddo, munitevi di una pirofila di coccio o di un vassoio dai bordi alti e cominciate la lavorazione della torta.

delizia Irene collage

Sul fondo della pirofila disponete circa i 2/3 del “pan di spagna” facendo attenzione a non lasciare spazi vuoti. Irrorate questa base con tutto il succo delle ciliegie, ricopritela di abbondante panna e cospargete con metà delle ciliegie, precedentemente denocciolate. Ora prendete un po’ più della metà del “pan di spagna” rimasto e sbriciolatelo su tutta la superficie, ricopritelo con altra panna, distribuitevi sopra le restanti ciliegie. Sbriciolate il “pan di spagna” restante sulla superficie e ultimate la decorazione con degli zuccherini, se vi piace. Io ho usato dei cuoricini Biovegan fatti con amido di cereali e succo di barbabietola. Con queste dosi ho ottenuto una pirofila da 12-15 porzioni, più tre coppette singole.

Eccole:
delizia irene 3Note:
per la relalizzazione di questa torta mi sono ispirata ad una ricetta dell’amica blogger Michela, gran cuoca, gran mamma (www.mammaveg.blogspot.it).

Share Button