Non sono sparita!

Ciao, anime belle!
Mi fa un po’ strano ricominciare a scrivere dopo un mese e mezzo di assenza dal blog. Chissà cosa avrete pensato connettendovi a Naturalentamente senza più trovare ricette, articoli e notizie aggiornati per tutto questo tempo!
Ma rieccomi! Non ero affatto sparita. Ci sono sempre stata. Su Fb ho continuato a pubblicare qualche foto nella pagina del blog, e in cuor mio covavo una gran voglia di tornare a raccontarmi e a condividere con voi pensieri ed esperienze.

L’arrivo dell’estate in tutto il suo splendore, la fine della scuola dello gnomo e le giornate sempre più lunghe mi hanno piacevolmente tenuta lontana dal pc.
Ci siamo trasferiti fuori, fra giardino, cortile ed orto, rientrando in casa solo per dormire. Stiamo vivendo una sorta di campeggio domestico: usiamo la cucinetta spartana e il bagno spartanissimo del garage, mangiamo all’aperto, camminiamo scalzi tutto il giorno, curiamo l’orto e oziamo sull’amaca. 🙂
Ci concediamo qualche giornata di mare, qualche gita fuori porta e molto molto sole sulla pelle, preso raccogliendo pomodori e giocando a palla o dipingendo en plein air con i bambini. In attesa del tanto desiderato campeggio vero, quello che ci aspetta per i primi giorni di agosto, sul massiccio della Majella.

seaside susie margaret keane

Seaside Susie, by Margaret Keane

Se devo dirla tutta, però, a tenermi lontana dal blog e dal raccontarmi, c’è stato qualcos’altro. Trattasi di un momento di raccoglimento, di riflessione, di ascolto profondo di me stessa e di quello che sta succedendo dentro di me. Un momento che ha assorbito, e sta tutt’ora assorbendo, tutti i miei pensieri, che ha cambiato i miei ritmi e le mie esigenze.
Grandi novità a casa Naturalentamente!
A quanto pare, l’anno nuovo vedrà la nostra famiglia allargarsi, con la nascita di un’anima dolce che sta crescendo da qualche settimana nel mio ventre.

Per la terza volta in cinque anni sono incinta. Il mio corpo si è aperto ad accogliere una nuova vita…ed io rimango estasiata, come fosse la prima volta.
Come per le due volte precedenti, nel momento stesso del concepimento qualcosa mi ha detto che era in arrivo una nuova energia vitale per la nostra famiglia. Sarà che tutti e tre i cuccioli sono stati fortemente voluti, sarà che concedo sempre tanto spazio al mio istinto e alle mie percezioni… Ma in più stavolta la cosa si è annunciata ad alcune persone prima ancora che noi avessimo la conferma del test di gravidanza. 🙂
Amiche, amici, conoscenti ci hanno chiamati o scritto per chiederci se per caso fossimo in attesa, visto che mi avevano sognata o anche solo pensata incinta. Fra noi sorridevamo, sperando che tutte queste “premonizioni” rispondessero a verità e prestissimo ne abbiamo avuto conferma. Il mio corpo ha cominciato a cambiare in fretta, a dare i primi segnali di preparazione nel giro di pochi giorni, pretendendo riposo e lunghe dormite, cambiando ritmi digestivi e gusti alimentari.
La pancia si è arrotondata senza lasciare alcun dubbio sul cosa stesse avvenendo nelle sue profondità. Questa anima bella che vuole venire al mondo ha voluto manifestarsi in tutto il suo splendore, senza perplessità alcuna. Credo che avremo a che fare con un carattere deciso e forte, calmo e pacifico. Con una forte componente solare (maschile). Almeno questo è ciò che mi arriva.

Da quando ho cominciato il mio percorso di alimentazione cruda fino a sera, principalmente a base di frutta, ho sempre pensato che la prossima gravidanza sarebbe stata per lo più crudista. Ma, a quanto pare, il mio organismo sta chiedendo altro. Continuo con grandi quantità di frutta fino a sera, ma sento più che mai voglia/bisogno di alimenti anche cotti. Patate, riso, verdure cotte, fagioli…ma anche pasta e pane. Assecondo i segnali che mi giungono dall’interno: continuo naturalmente a non consumare nessun alimento di origine animale, prediligo materie prime grezze ed integrali, escludo i cibi confezionati ed industriali, cerco di evitare come sempre lo zucchero…anche se i gelati costituiscono la mia consueta eccezione estiva! 🙂 Ma per fortuna vicino a noi, a Porto Recanati, esiste un fantastico Punto Macrobiotico che fa deliziosi gelati senza zuccheri aggiunti, anche d’asporto, e che i miei bimbi letteralmente adorano. Un’ancora di salvezza per noi golosi, vegani, consapevoli! 😉 Sabato abbiamo provato il gusto carota-melone, di una freschezza rincuorante. Io, però, resto sempre una fan sfegatata del gusto caco, per cui dovrò aspettare ancora qualche mese per esaltarmi del tutto.

number one son

Number one Son, by Margaret Keane

Siamo già alla tredicesima settimana di questa nuova avventura. Anche questa volta non abbiamo avuto dubbio nel rivolgerci all’ostetrica che in questi anni è diventata per noi un’amica e una confidente, per certi versi parte della  famiglia. E’ lei che ci ha accompagnati alla nascita di Attilio e di Elena, lei che ha saputo sciogliere certi nostri nodi emotivi durante le due precedenti gravidanze, lei che ci ha supportati in certi momenti difficili: dall’allattamento, alle prime febbri dei cuccioli; la dentizione, gli scatti di crescita…i miei ingorghi di latte, la stanchezza dell’allattamento in tandem. Ci è sempre stata accanto, con grande competenza, profonda comprensione, tanto ascolto. Consigliandoci, senza mai trasmettere allarmismo o preoccupazione.
Percorrere la strada che porti ad una nascita non violenta, rispettata, dolce nel nostro nido domestico ci sembra ancora una volta l’unica possibilità da prendere in considerazione.
Salvo imprevisti, e sempre se tutto procederà fisiologicamente come per gli altri due pulcetti, abbiamo deciso di fare solo un’ecografia, quella davvero  indispensabile per sapere se il feto si è sviluppato correttamente, con tutti i suoi organi vitali al proprio posto.
Stiamo procedendo lentamente, come sempre. Fidandoci del nostro istinto, delle sensazioni che arrivano dalla pancia.

Perché mai, vi chiederete, sto parlando al plurale?
Perché mio marito è parte integrante di questo percorso…perché anche lui è in viaggio nel circolo dell’attesa, perché anche lui osserva e ascolta, perché di lui mi fido e so quanto sappia cogliere ancor meglio e prima di me certi segnali (mi ha annunciato tutte e tre le gravidanze prima ancora che io stessa ne avessi il sospetto, per dire…). Perché una vita che nasce si accoglie insieme.
Perché anche fratello e sorella assistono attivamente a tutte le tappe di questa nuova gravidanza: le visite dell’ostetrica, le palpazioni della pancia, le misurazioni… E assisteranno, se vorranno, al momento della nascita, evento importantissimo di coesione familiare, portatore di indicibile energia rinnovatrice. Ma per parlare di questo è ancora presto!
Ed ho già scritto troppo per essere il ritorno da un mese e mezzo di latitanza! 🙂

Prometto di tornare presto con news e ricette. Occhi aperti, mi raccomando, ‘che non sparisco mai, anche se non mi “vedete”!
A presto!!
Shanti.

Share Button