Quando il cuore trema insieme alla terra

Sei lì sul letto impegnata in una battaglia di solletico coi tuoi cuccioli, quando dall’altra stanza senti tuo marito che, a voce alta ma con tono pacato, dice: “Terremoto! Terremoto! Terremoto!”. E’ tutta questione di un attimo…senti quella voce muoversi su uno strano  sottofondo, un fruscio sempre più intenso. Pensi ad uno scherzo, ma poi alzi gli occhi verso il gabbiano di legno e il lampadario di vimini che pendono dal soffitto e li vedi dondolare. Allora in un momento sei giù dal letto, con le bimbe in braccio e il fratello attaccato in qualche modo addosso, sotto la porta. Dopo un tempo indefinito, che potrei quantificare in due minuti o in eternità, tutto tace e si ferma. Allora si tira un sospiro di sollievo, ma il cuore e le gambe continuano a tremare e ci si precipita fuori.

terremoto 1

Continua a leggere

Share Button

L’importanza del NON fare

Che fine ha fatto il “dolce far niente”?
Perché mai lo abbiamo dimenticato? Perché ci terrorizza e mette a disagio?
Nell’epoca dell’efficienza, della produzione convulsa, dell’informazione frenetica e del divertimento organizzato, il tempo è percepito come uno spazio che va riempito fino al massimo livello di capacità. Non sono ammessi angoli vuoti.
Il timore della noia ci schiaccia, ci rende vulnerabili, mina la nostra autostima. Noia è sinonimo di pigrizia e la sua voce risuona come un’eco spaventosa nelle ore trascorse lentamente in compagnia del NON fare.

non fare...leggere

Continua a leggere

Share Button

Torta ricca alle carrube

Da secoli non aggiorno la sezione “dolci” del blog. Non sono una grande sperimentatrice in fatto di dessert; ai miei bimbi non piace il cioccolato e non gradiscono nemmeno preparazioni troppo elaborate. Si limitano a chiedere crostate con la marmellata, biscotti classici tipo frollini, e solo raramente crema pasticcera da mangiare al cucchiaio o per riempire saccottini e crostatine.Così resto sempre sul classico, quando si parla di dolci. Negli ultimi due anni ho ampliato la mia sfera d’azione al vegamisù, che realizzo anche nelle varianti alla frutta (ananas e frutti di bosco), ma i miei cavalli di battaglia restano le crostate e le più semplici galette.
Tuttavia oggi vi propongo una torta ricca dal gusto nordico e assolutamente autunnale, molto soffice e golosa, adatta come dessert, come merenda in accompagnamento ad un tè o per una colazione da campioni, per un pieno di energia.
Avevo pubblicato quest ricetta qualche anno fa in un blog al quale partecipavo con alcune mie creazioni culinarie. Nel tempo mi sono trovata a non condividere più gli intenti e lo spirito di quel blog ed ho deciso di creare Naturalentamente…ma molti dei miei piatti e dei miei primi esperimenti vegan restano ancora “di là” e mi piacerebbe, piano piano, poterli traslocare tutti qui, in questo luogo che mi rappresenta in pieno.
Di recente, in occasione di una cena a casa di amici, ho realizzato la mia ormai famosa (fra amici e parenti 😛 ) torta ricca farcita alle carrube, che ricorda molto una torta al cioccolato, pur non contenendo tracce di cacao. Con molto piacere condivido con voi la ricetta, certa che incontrerà i gusti di molti, grandi e piccini.
Uno di quei comfort food che, specie in questo periodo dell’anno malinconico e forse un po’ pigro, sa scaldare il cuore e l’atmosfera.

torta farcita vegan

Continua a leggere

Share Button