Sedano goloso

Rieccomi con un nuovo post culinario per suggerirvi un modo davvero gustoso di servire il sedano, magari come antipasto, ma anche come piatto principale, aumentandone le dosi.
Mi sono ispirata ad una ricetta di Serena dell’interessantissimo blog Il drago parlante, seguendo un programma di alimentazione crudista la scorsa settimana. In realtà sto continuando a mangiare crudo fino a sera anche in questi giorni, riprendendo le buone e sane abitudini detox che avevo prima della gravidanza. Ad eccezione di sabato e domenica, i miei pasti cotti serali sono anche senza glutine…e la differenza si vede! Niente più testa pesante al risveglio, digestione velocissima, transito intestinale perfetto, capelli luminosi e morbidi fino a 4 giorni dopo lo shampo, leggerezza diffusa in corpo-mente-spirito. 🙂 Non che prima mi sentissi uno straccio, ma avevo bisogno di rigenerarmi dopo l’inverno, dopo la gravidanza ed il parto e, così come suggerisce la Natura, la primavera è stato il momento ed il modo migliore per farlo. Assieme a delle belle camminate e dei lunghi bagni di sole per integrare naturalmente vitamina D e buonumore, posso dire di aver trovato la chiave giusta per una rinnovata energia vitale!
Ma veniamo al sedano goloso e al modo semplicissimo per poterlo realizzare.

sedano goloso

Continua a leggere

Share Button

Pomodori ripieni di miglio

Come sapete,se avete letto il post fotografico sul nostro orto, noi ormai siamo a corto di pomodori. Le piogge e il repentino abbassamento delle temperature di metà agosto, seguiti dal ritorno del caldo arido e afoso hanno dato il colpo di grazia finale alle piante, letteralmente bruciandole. Gli ultimi frutti rimasti erano in parte marci, in parte belli rossi ma con la buccia dura e spessa e poco succosi. Così, seppur a malincuore, abbiamo dovuto dare l’arrivederci anticipato agli amati pomodori che ci hanno risolto pranzi e cene in maniera egregia durante tutta la stagione. Persino quando siamo andati in vacanza (non avete ancora letto il post sulle nostre vacanze montane? Cosa aspettate? 😉 ) ce ne siamo portati dietro una considerevole scorta, che ci è bastata per quasi tutta la permanenza fuori.
Ma per fortuna è ancora possibile trovare questo ortaggio in abbondanza, la stagione ci concede ancora il rosso dono di Natura. Dunque, non avrete difficoltà a realizzare la gustosissima ricetta che sto per presentarvi e che, in occasione di un pranzo fra amici, ha conquistato le gole più esigenti e scettiche, compresi i bambini. E’ un piatto freddo che si presta benissimo per l’asporto, per i pic nic o per i pranzi in ufficio, che si conserva per un paio di giorni in frigo senza problemi (quindi può essere preparato in anticipo), che dà un tocco esotico alla tavola, servito come antipasto o come parte di un buffet. Inoltre è un piatto senza glutine, ottimo anche per chi è intollerante o allergico al glutine e per i piccoli di casa.
Ecco i miei pomodori ripieni di miglio.

pomodori ripieni di miglio

Continua a leggere

Share Button

Insalata d’estate

Giunti quasi alla fine della stagione, ho deciso di presentarvi (meglio tardi che mai! 😛 ) quella che è stata la mia insalata preferita dell’estate 2015. Il pranzo che mi ha accompagnata spesso in queste caldissime giornate, dandomi freschezza ed energia, ed appagando alla grande anche le papille gustative mie…e della pancia! 😉
Pomodori, cetrioli, cipolla rossa e portulaca (selvatica) vengono direttamente dal nostro orto e solitamente finiscono nel piatto solo qualche ora dopo la raccolta, quindi sono ancora perfettamente vitali e ricchi di tutte le vitamine ed i nutrienti tanto preziosi per il nostro organismo.
Ma veniamo al sodo!

insalata di luglio

Ingredienti:
1 avocado maturo
4-5 pomodori cuore di bue e/o insalatari
1 cetriolo con la buccia
1 cipolletta rossa
1 mazzetto di portulaca (solo le cime più tenere)
1 cucchiaino di fiori di calendula essiccati
succo di 1/2 limone
olio evo q.b.

Procedimento:
ehmmm…davvero serve che lo scriva?! 😀
Buona estate!! E buone insalate!!

Nota:
la portulaca è un’erba spontanea che cresce un po’dovunque in Italia ed è considerata, purtroppo da molti un’erbaccia infestante, che invade orti e giardini. La si chiama con nomi diversi a seconda delle regioni: erba grassa, porcacchia, porcellana… In realtà è una delle tante erbe spontanee che dovremmo imparare a riconoscere e a tenerci stretti per le sue proprietà nutritive e curative.
Ricchissima di omega 3, è anche buona fonte di calcio e di potassio. In rete troverete tante altre info sulle sue proprietà curative.

NOTA #2:
questo post è stato scritto alcuni (molti) giorni fa, ma è rimasto per tempo indicibile fra le bozze. Solo ora me ne rendo conto…sono pessima, lo so!!
I cetrioli dell’orto ormai sono finiti, e i pomodori sono davvero arrivati agli sgoccioli, ma mi piaceva condividere con voi questo piatto che tanto amo. 🙂

 

Share Button

Insalata mercoledì

Eccomi con un post breve breve…giusto il tempo di presentarvi un’altra delle mie insalatone che spesso, come oggi, costituiscono l’unica pietanza del mio pranzo.
In questi giorni sono impegnata nell’iniziativa dalla grandiosa autrice vegana Aida Vittoria Eltanìn e sono poco presente sul blog. Un viaggio di 21 giorni in un’arca virtuale, i/le cui quasi 3000 passegger*sono onnivor* o vegetarian*. Lo scopo è arrivare nell’eden vegano, in cui non esiste crudeltà, in cui si cambia vita e si comincia a vedere in modo con occhi compassionevoli e consapevolezza. L’iniziativa si svolge su fb, è partita il 25 aprile e si concluderà il 10 maggio. Ogni giorno, nel relativo gruppo (ormai chiuso, poiché siamo arrivati al numero max di partecipanti), vengono postati consigli, ricette, liste della spesa, link utili e informazioni di vario genere per effettuare con leggerezza e in condivisione un cambio di alimentazione così rivoluzionario. A bordo dell’Arca ci sono anche circa 300 tutor (fra cui la sottoscritta), già vegan, che sono sempre disponibili a rispondere a domande, a chiarire dubbi, a fornire ricette e info o anche solo incoraggiamento. Scriverò a tempo debito un articolo qui sul blog, ben approfondito, per spiegarvi nel dettaglio di cosa si tratta.
Ma vengo al dunque del post di oggi:

insalata mercoledì avocado

Ingredienti:
insalata gentile dell’orto
insalata canasta dell’orto
avocado
sedano
cipolla rossa
semi di girasole
patè d’olive nere
polvere d’arancia autoprodotta
olio evo
succo di limone

Procedimento:
lavate, tagliate, condite e mangiate la verdura. 🙂

Con questa ricetta partecipo al contest “Fresche insalate, germogli e semi” del blog www.lastufaeconomica.wordpress.com

insalatelastufaeconomica

Share Button

Insalatona germogliata

Da quattro giorni ormai mangio solo frutta fino a sera. Viaggio su quantità esorbitanti di banane (una decina), arance (10-15), fragole (300 g) e mele (a volontà) finché il sole non si avvia tramontare, poi mi siedo a tavola con la family per il pasto serale che si apre sempre con una grossa porzione di verdura cruda. In questi ultimi giorni a prevalenza fruttaliana mi piace coccolarmi con insalatone che siano più ricche e saporite del solito.
Quella che vi propongo oggi vanta dei piccoli ma potentissimi special guests: germogli di fieno greco autoprodotti. I germogli sono qualcosa di stupefacente: così minuscoli eppure così ricchi di vita e di sostanze nutritive. Concentrato di energia subito disponibile per il nostro organismo (carboidrati), fonte eccezionale di vitamine (più del doppio rispetto al seme, più del triplo rispetto alla pianta adulta), i germogli sono anche ricchissimi di sali minerali  facilmente assimilabili. Sono facilissimi da produrre in casa, anche senza un germogliatore. Io uso colapasta, colini, recipienti per alimenti, barattoli di vetro e ottengo sempre risultati eccellenti. Non bisogna far altro che osservare queste piccole meraviglie dischiudersi ora dopo ora, mantenendole sempre umide .
Ma ecco gli ingredienti di questa insalatona germogliata che, come al solito, ha di base le insalate verdi del nostro orto: scarola e riccia. Voi potete ovviamente sostituirle con le varietà che preferite.

insalata con germogli

Ingredienti:
scarola (dell’orto)
riccia (dell’orto)
carote
cipollotto (dell’orto)
germogli di fieno greco
semi di girasole
crema di pomodori secchi (autoprodotta: pomodori secchi, acqua, olio evo)
mix erbe aromatiche essiccate (autoprodotto l’estate scorsa con maggiorana, timo, origano, menta, lavanda)
polvere d’arancia (autoprodotta)
succo di limone
olio evo

insalata con germogli

Procedimento:
immaginate di dover preparare un bouquet. Disponete con cura e gratitudine tutti gli ingredienti nel piatto e, solo dopo averli ammirati ed esservene riempiti gli occhi,mescolate…per poi riempirvene la pancia. 🙂
Buon vitale appetito!!

Con questa ricetta partecipo al contest “Fresche insalate, germogli e semi” del blog lastufaeconomica

insalatelastufaeconomica

Share Button