Zuppa di lenticchie e broccoli

Una delle ragioni per le quali amo l’autunno è che segna l’apertura della stagione delle zuppe.
Oggi ne propongo una che ha riscosso un grande successo qui a casa, realizzata con prodotti a km zero, acquistati tramite il G.A.S. e dal contadino di fiducia. Costo e difficoltà bassissimi per un’ottima resa in termini di quantità, valore nutrizionale e gusto.
Perfetta da accompagnare con crostini di pane, magari integrale e fatto in casa (ma anche no 😉 ), in modo da renderla un piatto unico completo e nutriente, ideale per tutta la famiglia, compresi i piccolissimi.
Ecco come potrete preparare la mia zuppa di lenticchie e broccoli.

zuppa di lenticchie e broccoli

Continua a leggere

Share Button

Mezzemaniche di farro integrale con zucchine e limone

E’ arrivata l’Estate con tutto il suo sole cocente, le sue distese gialle di girasoli, le serate di trebbiatura ed i primi fichi fra i rami della nostra pianta più anziana. Giornate di mare, ogni volta in una spiaggia diversa, perché abbiamo il privilegio di abitare una regione magnifica, le Marche, che offre lidi sabbiosi, di sassolini sottili e di ciottoli a ridosso di colline dolci o del  Conero rigoglioso di macchia mediterranea. Senigallia, Portonovo, Sirolo, Numana, Porto Recanati, fno a Porto San Giorgio, il nostro raggio d’azione. A goderci intere giornate o il solo tramonto, con pic nic sulla spiaggia o tappe ai tanti punti macrobiotici e ristorantini, gelaterie, piadinerie, pizzerie vegan friendly che abbiamo la fortuna di trovare sul nostro cammino (altro motivo per il quale sempre più amo questa nostra regione).
Estate lenta, lentissima, da star svegli fino a tardi e restare a letto finché ci va. Estate che, come ogni anno, ci vede trasferirci in garage (dove abbiamo un piccolissimo bagno ed una cucina spartana), per vivere in una sorta di campeggio domestico fino a settembre, sempre all’aria aperta, rientrando in casa solo la notte o per il pisolino pomeridiano (se non siamo in giro e fuori fa esageratamente caldo). Estate di mais che cresce a vista d’occhio, di primi raccolti di stagione nell’orto (zucchine, pomodori, cetrioli, melanzane, cipolle), di piante grasse che fioriscono regalandoci infinito stupore, di basilico, menta, maggiorana e lavanda.
Estate di piatti freschi e veloci da portare in tavola…come queste mezzemaniche di farro integrale con zucchine e limone (piatto a filiera cortissima, in cui pasta, mandorle e limoni provengono direttamente dai produttori tramite il nostro G.A.S. e le verdure dal nostro orto).

mezzemaniche di farro integrale con zucchine e limone

Continua a leggere

Share Button

Quinoa con cime di rapa e crema di mandorle

Siamo già arrivati alla metà di febbraio. Mercoledì, dopo lunghe settimane di cielo grigio ed umidità, è finalmente tornato un bel sole che anche oggi illumina la campagna e rischiara la mente (sebbene ora tiri un forte vento e stiano arrivando dei nuvoloni minacciosi). Gli uccellini cantano continuamente, a preannunciare la primavera; i monti Sibillini all’orizzonte sono ancora innevati e  splendono come perle; i campi si colorano di verde e gli alberi si stanno lentamente riempendo di gemme.
Febbraio, mese di rinascita fisica, di rinnovo energetico, di risveglio spirituale.
Ed è quello che sta accadendo a noi tutti, qui in famiglia. Io continuo costante con la mia ora d’aria quotidiana, in cui mi perdo nel silenzio della campagna a camminare e sudare ed osservare fuori e dentro me. I bambini stanno facendo degli enormi salti di crescita: Attilio sta diventando un bambino molto centrato e responsabile, sempre conservando la sua indole creativa e sognatrice e la sua continua pulsione al movimento; Elena sta superando con grande determinazione questa dura fase di consapevolizzazione dell’essere figlia mezzana (ne parlavo anche QUI); Stella è ormai bipede da un mese, ha spiccato il volo verso l’alimentazione solida (QUI parlo del nostro percorso di autosvezzamento), è sempre più comunicativa e curiosa. Marco sta concretizzando un progetto al quale lavorava da tempo, con tanta soddisfazione…anche mia.
Per festeggiare questo mese così ricco e generoso, quindi, condivido con voi un piatto semplicissimo, in pieno stile Naturalentamente, adatto a tutti i componenti della famiglia, anche ai più piccoli, come Stellina.
Tengo a precisare che uso solo quinoa coltivata in Italia: questa, in particolare, è prodotta da un’azienda agricola ad una manciata di km da casa nostra, quindi non subisce nessun trattamento per necessità di conservazione (a differenza di quella che arriva da oltreoceano)  ed arriva sulla tavola con tutto il carico di nutrienti che la natura le ha donato. Dunque, quinoa a km zero e a filiera cortissima, così come le cime di rapa, prese direttamente dal mio ortolano di fiducia. La crema di mandorle, invece, viene dalla Sicilia, ma anche questa è a filiera corta, poiché acquistata direttamente dal produttore tramite il nostro G.A.S.
Portiamo in tavola consapevolezza e sostenibilità!
Ecco la ricetta della mia quinoa con cime di rapa e crema di mandorle.

quinoa con cime di rapa dall'alto

Continua a leggere

Share Button

Pasta la forno fumè

Ciao, anime belle!!
L’estate sta finendo ed io sto lentamente tornando all’ovile. Le giornate si sono accorciate, col tramonto arriva il fresco e le nostre cene all’aperto sono sempre meno frequenti.
Da una settimana siamo rientrati dopo un magnifico campeggio di 14 giorni sulla nostra adorata Majella (di cui scriverò presto), mio marito ha ripreso il lavoro e noi ci stiamo preparando al nuovo inizio di routine autunnale. Stella cresce a vista d’occhio, sta facendo tanti progressi sul piano motorio e cognitivo (anche di questo scriverò prestissimo) ed io cerco di fermare il tempo scattandole foto e riempendomi gli occhi di lei.
Le nostre sette piante di fichi ci ricoprono di frutti, l’orto sta mutando in forme e colori di giorno in giorno, il cielo ci offre sempre magnifici tramonti, in odor d’autunno. La mia stagione preferita arriverà entro breve ed io sono già prontissima ad accoglierla.
Questo è uno dei modi migliori con cui posso farlo: una deliziosa pasta la forno fumè!

Ingredienti:
500 g di penne di penne integrali
750 ml di passata di pomodoro (io, fatta in casa)
125 ml di panna di soia
4 foglie di basilico
1/2 cipolla bionda
100 g di tofu affumicato
1/2 l di latte d’avena
3 cucchiai di farina semintegrale
olio evo
sale marino integrale
noce moscata
lievito alimentare in scaglie

pasta al forno fumè

Procedimento:
iniziare preparando il sugo. Far soffriggere la cipolla tritata con poco olio e due cucchiai di acqua. Quando l’acqua sarà evaporata, aggiungere il tofu a cubetti e far rosolare. Unire la passata di pomodoro ed il basilico, coprire con coperchio e lasciar cuocere a fuoco medio per 15 minuti. Versare nel sugo la panna di soia, amalgamare e salare a piacere (volendo, si può aggiungere anche un pizzico di peperoncino). Preparare la besciamella: in un pentolino far scaldare 4 cucchiai di olio evo, aggiungere la farina semintegrale e far tostare ,mescolando con un cucchiaio di legno, a fuoco vivace per due-tre minuti. Aggiungere a poco a poco, e sempre mescolando, il latte d’avena. Abbassare il fuoco e continuare a mescolare finché la besciamella non avrà raggiunto una consistenza cremosa. Insaporire con sale e noce moscata appena grattugiata. Accendere il forno a 200° o il grill. Cuocere la pasta, condirla con il sugo  fumè e disporla in una pirofila. Versare sopra la besciamella, spolverare con lievito alimentare e far dorare in forno per 10-15 minuti, o finché non si sarà formata una deliziosa crosticina in superficie.
Fate riposare per 10 minuti (se riuscite a resistere), servite e godetevi questa  pasta al forno fumè . 😀
Buon appetito e buon fine settimana!!

Share Button

Rigatoni integrali con crema girasole

Giorni caldi. Giorni sudati. Giorni di piena estate, tanto attesi durante la piovosa primavera e finalmente arrivati in una esplosione di luce e colori. I campi attorno casa nostra sono tanti scacchi giallo girasole, oro grano (ormai mietuto) e verde mais. Le cicale friniscono senza sosta, le rane del laghetto gracidano al fresco della sera, i primi fichi cominciano a maturare e l’orto sta aprendo la sua stagione di massimo splendore. Zucchine, pomodori, bietole arcobaleno, cipolle, fagiolini, fragole, basilico, menta, maggiorana, insalate, cetrioli e portulaca riempiono la nostra tavola di allegria, freschezza e tante buone vitamine. Ogni giorno siamo grati per tutto ciò che la terra ci dona e per la bellezza del luogo in cui abbiamo avuto la fortuna di nascere, crescere e formare la nostra famiglia.

campo di girasoli

Continua a leggere

Share Button