Ma cosa mangiano i vegani? 21 menu giornalieri veg

Nonostante l’alimentazione vegetale e le ricette vegane siano ormai sulla bocca di tutti, fino a diventare anche oggetto di astute manovre di marketing; nonostante sempre più persone abbiano a che fare con almeno un/a vegano/a, c’è ancora chi, giunti ormai alla fine del 2017, ha il coraggio di chiedersi (e chiederti): “Ma cosa mangiano i vegani?”

collage menu vegan

Continua a leggere

Share Button

Mezzemaniche di farro integrale con zucchine e limone

E’ arrivata l’Estate con tutto il suo sole cocente, le sue distese gialle di girasoli, le serate di trebbiatura ed i primi fichi fra i rami della nostra pianta più anziana. Giornate di mare, ogni volta in una spiaggia diversa, perché abbiamo il privilegio di abitare una regione magnifica, le Marche, che offre lidi sabbiosi, di sassolini sottili e di ciottoli a ridosso di colline dolci o del  Conero rigoglioso di macchia mediterranea. Senigallia, Portonovo, Sirolo, Numana, Porto Recanati, fno a Porto San Giorgio, il nostro raggio d’azione. A goderci intere giornate o il solo tramonto, con pic nic sulla spiaggia o tappe ai tanti punti macrobiotici e ristorantini, gelaterie, piadinerie, pizzerie vegan friendly che abbiamo la fortuna di trovare sul nostro cammino (altro motivo per il quale sempre più amo questa nostra regione).
Estate lenta, lentissima, da star svegli fino a tardi e restare a letto finché ci va. Estate che, come ogni anno, ci vede trasferirci in garage (dove abbiamo un piccolissimo bagno ed una cucina spartana), per vivere in una sorta di campeggio domestico fino a settembre, sempre all’aria aperta, rientrando in casa solo la notte o per il pisolino pomeridiano (se non siamo in giro e fuori fa esageratamente caldo). Estate di mais che cresce a vista d’occhio, di primi raccolti di stagione nell’orto (zucchine, pomodori, cetrioli, melanzane, cipolle), di piante grasse che fioriscono regalandoci infinito stupore, di basilico, menta, maggiorana e lavanda.
Estate di piatti freschi e veloci da portare in tavola…come queste mezzemaniche di farro integrale con zucchine e limone (piatto a filiera cortissima, in cui pasta, mandorle e limoni provengono direttamente dai produttori tramite il nostro G.A.S. e le verdure dal nostro orto).

mezzemaniche di farro integrale con zucchine e limone

Continua a leggere

Share Button

Pasta la forno fumè

Ciao, anime belle!!
L’estate sta finendo ed io sto lentamente tornando all’ovile. Le giornate si sono accorciate, col tramonto arriva il fresco e le nostre cene all’aperto sono sempre meno frequenti.
Da una settimana siamo rientrati dopo un magnifico campeggio di 14 giorni sulla nostra adorata Majella (di cui scriverò presto), mio marito ha ripreso il lavoro e noi ci stiamo preparando al nuovo inizio di routine autunnale. Stella cresce a vista d’occhio, sta facendo tanti progressi sul piano motorio e cognitivo (anche di questo scriverò prestissimo) ed io cerco di fermare il tempo scattandole foto e riempendomi gli occhi di lei.
Le nostre sette piante di fichi ci ricoprono di frutti, l’orto sta mutando in forme e colori di giorno in giorno, il cielo ci offre sempre magnifici tramonti, in odor d’autunno. La mia stagione preferita arriverà entro breve ed io sono già prontissima ad accoglierla.
Questo è uno dei modi migliori con cui posso farlo: una deliziosa pasta la forno fumè!

Ingredienti:
500 g di penne di penne integrali
750 ml di passata di pomodoro (io, fatta in casa)
125 ml di panna di soia
4 foglie di basilico
1/2 cipolla bionda
100 g di tofu affumicato
1/2 l di latte d’avena
3 cucchiai di farina semintegrale
olio evo
sale marino integrale
noce moscata
lievito alimentare in scaglie

pasta al forno fumè

Procedimento:
iniziare preparando il sugo. Far soffriggere la cipolla tritata con poco olio e due cucchiai di acqua. Quando l’acqua sarà evaporata, aggiungere il tofu a cubetti e far rosolare. Unire la passata di pomodoro ed il basilico, coprire con coperchio e lasciar cuocere a fuoco medio per 15 minuti. Versare nel sugo la panna di soia, amalgamare e salare a piacere (volendo, si può aggiungere anche un pizzico di peperoncino). Preparare la besciamella: in un pentolino far scaldare 4 cucchiai di olio evo, aggiungere la farina semintegrale e far tostare ,mescolando con un cucchiaio di legno, a fuoco vivace per due-tre minuti. Aggiungere a poco a poco, e sempre mescolando, il latte d’avena. Abbassare il fuoco e continuare a mescolare finché la besciamella non avrà raggiunto una consistenza cremosa. Insaporire con sale e noce moscata appena grattugiata. Accendere il forno a 200° o il grill. Cuocere la pasta, condirla con il sugo  fumè e disporla in una pirofila. Versare sopra la besciamella, spolverare con lievito alimentare e far dorare in forno per 10-15 minuti, o finché non si sarà formata una deliziosa crosticina in superficie.
Fate riposare per 10 minuti (se riuscite a resistere), servite e godetevi questa  pasta al forno fumè . 😀
Buon appetito e buon fine settimana!!

Share Button

Linguine con crema di peperoni

DLIN DLON!!! ATTENZIONE ATTENZIONE!!!
Dopo un secolo, eccomi di nuovo nella cucina del blog a postare una  ricetta. Per la serie: a volte ritornano. 😀
Mi davate per dispersa? Avete pensato che mangiassi solo insalata e patate lesse e frutta, dalla nascita di Stella (in realtà non vi siete sbagliat* di tanto 😉 )? Invece no! Rieccomi fra i fornelli, ma soprattutto rieccomi al pc con una ricetta che, non solo sono riuscita a realizzare ed impiattare in modo decente, ma anche a fotografare. Vi starete chiedendo cosa ci sia di esaltante e sensazionale in tutto ciò. Bhè, c’è che dal 5 febbraio tempi, equilibri e spazi hanno subìto un cambiamento radicale ed io mi ritrovo a fare i conti con la nuova dimensione di tris mamma, piena di gioia ma anche piena di altre cose (gioiose, appunto) da fare, che mi tengono lontana dal blog. Se e quando riesco a preparare delle cenette più interessanti delle amburghelle veg Viviverde Coop (sì, confesso: anche io ricorro a cibi pronti, talvolta!), non ho poi modo di prendere la macchina fotografica,  perché al 90{1cb9e49070c7ea47a30e983aa42d2438c398569dec77b84b253952f15e6e2316} ho la cucciola in braccio o attaccata al seno…e nel restante 10{1cb9e49070c7ea47a30e983aa42d2438c398569dec77b84b253952f15e6e2316} dei casi, se non ho lei addosso approfitto per mangiare in santa pace, con il resto della tribù. Mi dico sempre che immortalerò il prossimo piatto…lo dico da tre mesi, ormai. Ed oggi ci sono riuscita!!!!
Ecco a voi, le mie linguine con crema di peperoni.

linguine peperoni

Continua a leggere

Share Button

Spaghetti al ragù di noci

Come avrete notato, ultimamente i primi piatti vanno alla grande sulla nostra tavola. Mio marito, gran pastasciuttaro, è contentissimo e dice che è la gravidanza a rendermi più generosa. 🙂
Di solito mangiamo la pasta solo raramente, prediligendo cereali in chicco o legumi…ma forse ha ragione lui: in questo terzo trimestre di pancia sento forte il richiamo dei carboidrati un po’ più raffinati (ma scelgo sempre e comunque pasta di alta qualità, integrale o semintegrale, bio, magari di grani antichi) e di piatti più ghiotti. Anche la mia ostetrica-angelo conferma che è tipico di questo periodo della gravidanza spostare i propri gusti alimentari su questo fronte, come normale è cercare spesso cotture al forno, che riconducono al fuoco, al calore, all’atto di trasformazione.
Dopo le farfalle al pesto di cavolo nero e le orecchiette alle cime di rapa, oggi è la volta degli spaghetti al ragù di noci.

spaghetti al ragù di noci

Continua a leggere

Share Button